Valorizziamoci - Paesaggio culturale italiano: tra oblio e riscoperta
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Liceo Classico "Mario Pagano" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Valorizziamoci

    Paesaggio culturale italiano: tra oblio e riscoperta

    Scavando si impara: il paesaggio italiano insegna ciò.

    Un vaso di Pandora colmo fino all’orlo di uomini e dei loro pensieri, segni di passati costumi.

    Gli stessi attrezzi degli archeologi impallidiscono quando metallici graffiano pietre antiche.

    Sebbene giovane, quindi, l’Italia del XXI secolo si presenta come una matrona già invecchiata: eppure ogni sua ruga nasconde storie di altri tempi.

    Ma “nascondere” è il termine giusto? Si può dire che il caro stivale italiano sia ancora interamente un’Atlantide?

    Di certo non si può celare il patrimonio che affonda le radici nella sua terra. In gran parte, infatti, affiora e si staglia luminoso agli occhi dei cittadini, così grandi eredi.

    Il vaso di Pandora, quindi, è stato aperto, ma chiuso immediatamente.

    Ad oggi non si può certo dire che si conosca l’intera ricchezza culturale connessa al paesaggio: si è ancora orfani di una fetta di radici che meglio delineerebbero la genesi italiana.

    Ciò dovrebbe scatenare desideri di riscoperta, accendere fuochi di conoscenza che illuminino l’oblio che permane.

    La risposta italiana, però, si lega ad altre risposte.

    Il vero oblio nel “Bel paese” è, infatti, altro: la mancata gestione di alcuni beni e il totale disinteresse verso altri.

    Questo morbo di una generazione cieca verso il passato svela l’italiano in decadenza.

    La naturale attenzione, anche economica, verso un patrimonio così vasto è in via d’estinzione: questo suolo così opulento non manca di reperti e rovine che sono abbandonati ad un futuro incerto nella totale noncuranza.

    Non mancano esempi di cattiva amministrazione nelle zone dove la storia ha fatto conoscere un’altra pestilenza, di tipo criminale (ne sanno qualcosa Pirandello e la sua casa natia, così piena d’attenzioni e così piccola rispetto ad altri siti siciliani, scevri di tutto questo “affetto”).

    Se una metà si estingue, però, un’altra vive e palpita rumorosamente.

    C’è un’Italia che ancora sorride alla storia e ai suoi figli; c’è un’Italia che lavora e studia; c’è un’Italia che riscopre.

    Per non marcire c’è bisogno di riscoprire: c’è bisogno di maturare e fare in modo che il popolo italiano non sia così giovane come la sua nazione.

    Dovrà essere con ciò conscio dei luoghi in cui vive, conscio della sua casa senza sentire mai opprimente tale fardello, costituendo con questo un motivo di vanto e d’orgoglio.

    Chi scava trova sé stesso e un tesoro. In Italia.

    di Mattia Casaletto


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi